Riot Games: tutte le novità e gli annunci

League of Legends: Wild Rift

Nel 2020 gli amanti di League of Legends potranno giocare con i campioni preferiti anche su mobile e su console. Il gioco avrà le stesse dinamiche di quello per pc, sarà tuttavia interessante vedere come verranno adattati i vari comandi sulle nuove piattaforme.

Project A

A primo impatto guardando il trailer il gioco rispecchia le dichiarazioni rilasciate da Riot, ovvero quella di voler creare un FPS tattico, con personaggi caratterizzati da abilità uniche.
Purtroppo non è stata resa nota la data di rilascio. Il gioco attualmente è pensato per una sola piattaforma ovvero il PC.

Project L

Come mostrato dal breve video Project L è un picchiaduro ed è sviluppato in collaborazione con Radiant Entertainment. Purtroppo queste sono le uniche informazioni rese note, non ci resta che aspettare per saperne di più.

Legends of Runeterra

Legends of Runeterra è un gioco di carte ambientato nell’universo di League of Legends, saranno infatti presenti 24 campioni di LoL. Secondo quanto dichiarato dagli sviluppatori il gioco avrà un playstyle simile a quello adottato da Magic ed Hearthstone dove si cercherà però di eliminare quelli che sono i difetti di questi ultimi.

Proprio per questo il classico playstyle a turni verrà abolito, entrambi i giocatori saranno sempre in una fase attiva dove potranno sempre giocare carte ed effettuare contromosse.

L’obiettivo (come in Hearthstone) è quello di azzerare i punti del nucleo dell’avversario e per far ciò l’attaccante (sempre come in Hearthstone) può decidere se attaccare direttamente il nucleo od eventuali unità dell’avversario.

All’interno del deck, composto da 40 carte, potremmo inserire un massimo di 6 campioni. Esistono anche delle carte magia che sono quelle che utilizzeremo per prendere di sorpresa l’avversario. Come avviene in TFT e in LoL gli eroi nel corso della partita saliranno di livello e ognuno di loro avrà delle caratteristiche particolari adatte ad un determinato tipo di scontro. Un Tryndamere è più adatto ad uno scontro fisico mentre un Teemo ad uno scontro a distanza.

Non ci resta quindi che aspettare e vedere se Riot Games con nuovi giochi riuscirà a scalzare il primato ai suo competitors.

Questo articolo ti è stato d’aiuto? Se cosi fosse continua a seguirci sui nostri canali FacebookInstagramTwitter Telegram per restare aggiornato su tutte le novità del mondo tech.
Dai un’occhiata anche al nostro Gruppo Facebook dove puoi trovare tante altre persone che discutono, si scambiano consigli per risolvere problemi che anche tu potresti avere.

715FansLike
1,240FollowersSegui
33FollowersSegui
Valerio Gambinohttps://ko-fi.com/K3K0JBZ8
Sono nato a Palermo nel 1996. Studio presso l'Università di Palermo "Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni" e lavoro come PHP Developer. Il web è lo strumento con cui comunico le mie passioni: il mondo Tech, il calcio e la Formula1. Mi interessano molto anche i Social Media, come comunicare con essi e come farsi notare in questo mare di pixel, ADS e frammenti di codice.

SCOPRI ANCHE