Data breach Whatsapp: importante leak di numeri telefonici

Importante data breach riguardante WhatsApp e l’Italia ne è coinvolta con 35 milioni di numeri di telefono. Secondo un’analisi di Check Point Research (CPR), la divisione Threat Intelligence di Check Point Software la violazione ha esposto 360 milioni di numeri in 108 Paesi.

CPR ha analizzato i file di WhatsApp nel darkweb e ha trovato milioni di registrazioni disponibili per l’acquisto. Ogni Paese ha un numero diverso di record esposti, che vanno dai 604 della Bosnia-Erzegovina ai 35 milioni attribuiti all’Italia. Negli ultimi quattro giorni i file, che includono i codici di chiamata internazionali e che in un primo momento erano stati messi in vendita, sono ora distribuiti liberamente tra gli hacker.

Data breach Whatsapp

 

CPR ha dichiarato“Nonostante le informazioni in vendita siano solo numeri di telefono attivi e non il contenuto dei messaggi stessi, si tratta di una violazione su larga scala enorme. Una conseguenza immediata è la possibilità che questi numeri vengano utilizzati come parte di attacchi di phishing attraverso l’app stessa. Invitiamo tutti gli utenti di WhatsApp a prestare la massima attenzione ai messaggi che ricevono e anche quando devono cliccare su link e messaggi condivisi sull’app.”

Una volta che gli hacker hanno accesso ai numeri di telefono che vengono poi rivenduti è probabile che vengano utilizzati per sferrare attacchi come il vishing o l’smshing. Il vishing è una forma di social engineering in cui la vittima viene indotta a fornire informazioni al telefono, durante una chiamata; mentre lo smshing viene condotto tramite SMS. È anche possibile che gli hacker accedano ad altri servizi online utilizzando il numero di telefono, con conseguenze ancor più dannose.

Nota importante: in un report recente, è stato affermato che ci sono prove che il database emerso è in realtà un riutilizzo di una vecchia fuga di notizie da Facebook del 2019. CPR non può confermare o provare che questi numeri provengano dagli utenti di WhastApp.

Questo articolo ti è piaciuto allora pensiamo possa interessarti: Telegram foto con autodistruzione: tutto quello che devi sapere

715FansLike
1,171FollowersSegui
33FollowersSegui
Gabriele Gambino
Gabriele Gambinohttps://nerdhub.it/
Sto conseguendo la laurea magistrale in Ingegneria Informatica, cinefilo e videogiocatore incallito, nel web ho trovato la mia passione e grazie ad esso comunico con gli altri. Non prendetemi troppo sul serio, sono il clown della redazione.

SCOPRI ANCHE