PlaystationVideoGiochi

Dettagli confermati per la PS5

Mark Cerny è l’architetto del sistema principale della nuova console di Sony e ha dichiarato, in un intervista con Wired, che continueremo ad utilizzare i dischi per giorcare almeno fino al 2020. Inoltre ha confermato che la nuova console verrà lanciata a fine anno ma non ha dato informazioni sul nome, quindi non sappiamo ancora se si chiamerà PS5 o pincopallino.

Con una versione su misura del Chipset AMD Ryzen di terza generazione, la nuova console potrà supportare il Ray Tracing. Una tecnica di illuminazione complessa utilizzata solamente nei PC con GPU di alto livello. Il chip permetterà, inoltre, di aumentare la qualità del suono con un audio 3D coinvolgente particolarmente adatto a chi ama giocare con le cuffie.

Un altro principale aggiornamento sarà la presenza di un Hard Disk Solid-State che funzionerà diversamente da come funziona un normale SSD collegato ad un PS4.

Sony ha effettuato una dimostrazione durante una sessione di Spider-Man: una schermata di caricamento che impiegava 15 secondi su una PlayStation 4 Pro ha impiegato meno di un secondo sulla nuova console. Si stima un tempo di lettura 19 volte più veloce di un SSD standard.

I giochi, dunque, si caricheranno molto più velocemente. Di contro, queste tecnologie hanno un certo prezzo e di conseguenza potremmo aspettarci un aumento dei prezzi.

Maggiori Dettagli

Cerny ha confermato che la console utilizzerà ancora i dischi per giocare, sarà retrocompatibile con i titoli della PS4 ma nulla sappiamo sul quelli antecedenti. Inoltre non vogliono trascurare il cloud gaming. Non è chiaro se sarà presente un’estensione del PS now (odierno servizio di cloud gaming) o sorgerà un sistema completamente diverso. In ogni caso, se vuoi saperne di più su PS Now ti consigliamo di dare una lettura a questo articolo.

Il VR esistente sarà utilizzabile anche nella console in arrivo anche se ci aspettiamo, in futuro, un nuova versione delle sue cuffie per la realtà virtuale. La nuova console supporterà anche l’8K per renderlo disponibile nelle TV future.

Su Wired leggiamo: “Sony ha recentemente accelerato la diffuzione dei suoi devk in modo che gli sviluppatori dei giochi abbiamo il tempo per adattarsi alle proprie capacità”.

Questo vuol dire che gli sviluppatori hanno già la tecnologia, magari potremmo sentire di più sulla nuova console molto prima del previsto.

Questo articolo ti è stato d’aiuto? Se cosi fosse continua a seguirci sui nostri canali FacebookInstagramTwitter Telegram per restare aggiornato su tutte le novità del mondo tech.

Tags

Sergio Comella

Studente di Ingegneria Informatica, da sempre ho nutrito amore e passione per il mondo tecnologico e del web. Ho un cane nero di nome Cloe e conosco tantissimi proverbi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Rilevato Adblock

Senza pubblicità questo sito non esisterebbe, siamo costretti a bloccare gli utenti che utilizzano blocker di Ad. Non sono presenti pubblicità invasive e mai ce ne saranno, la vostra soddisfazione è la nostra priorità :)