VideoGames

Pokémon Go, due anni dopo. Perché tornare a giocarci

Pokémon Go, un gioco che al suo rilascio nel luglio 2016 è diventato subito virale, per passare di moda nel giro di un paio di mesi. Oggi lo troviamo decisamente migliorato grazie all’aggiunta di tantissime cose. Infatti è rimasto uno tra i giochi più popolari per smartphone.
Si puo’ dire che all’uscita fosse praticamente una beta, in confronto ad adesso era spoglio di contenuti. Senza dimenticare che a causa dei troppi utenti attivi era abbastanza instabile e colmo di bug.

Oggi ritroviamo un altro gioco, giocabile tranquillamente con uno smartphone di medio-bassa gamma, difficilmente si impunterà o darà problemi di lag.
Graficamente è uguale a quando è uscito, ma già partendo dalla schermata principale troviamo l’aggiunta del meteo e delle missioni.

Facciamo un riassunto dei principali cambiamenti apportati:

  • Raidsicuramente la cosa più interessante sono le lotte raid. Queste lotte spuntano in modo del tutto casuale nelle palestre. Troveremo un uovo e un timer che indicano il livello di difficoltà e il tempo restante per la schiusa, una volta scaduto sarà possibile combattere il pokémon e un altro timer indicherà la durata del raid.
    Questi raid hanno vari livelli di difficoltà che variano da 1 a 5. I livelli 1 e 2 sono i più facili, completabili anche in solo. Dal 3 a salire si avrà bisogno di un aiuto, infatti sarà possibile combattere insieme agli amici. I raid di livello 5 danno la possibilità di catturare un pokémon leggendario.
  • Generazionidall’anno scorso ad ora sono state introdotte la seconda e la terza generazione, solo ieri hanno cominciato a rilasciare (gradualmente) la quarta.
    La prima è stata rilasciata completamente, mentre nella seconda e nella terza manca ancora qualche pokémon come Smeargle e Kecleon. Sicuramente verranno aggiunti al momento giusto insieme a qualche evento o trovata particolare.
  • Shinyè possibile trovare pokémon cromatici. Non sono ancora tutti disponibili perché, anche in questo caso, verranno rilasciati gradualmente. Ovviamente trovarli non sarà facile, è tutta una questione di fortuna, però c’è chi già lo possiede tutti.
  • Community Day: questo evento ha cadenza mensile e dura dalle 11 alle 14 di un determinato giorno. Un pokémon, che viene annunciato il mese prima, avrà uno spawn rate molto alto e si troverà quasi solo quello. Fino ad ora questo evento ha interessato starter o pokémon relativamente rari.
    Durante questo evento chi gioca a Pokémon Go si reca in zone con tanti pokéstop vicini (come parchi, ville o giardini) per avere la possibilità di catturarne quanti più possibile.
  • Sistema Palestreil sistema delle palestre è cambiato, premendo su una palestra si avrà una visuale completa dei pokemon che la occupano con i PL attuali. Dico attuali perché i PL del pokemon calano col passare del tempo o combattendolo, a meno che vengano usate delle bacche. Troveremo infatti un cuore sopra ogni pokemon che indica il livello di salute, più è pieno più in quel momento i PL corrispondono al potenziale massimo del pokémon. Con un cuore pieno il pokémon dovrà essere sconfitto tre volte prima di essere scacciato dalla palestra e sarà possibile combattere in simultanea con altri amici.
  • Meteo: adesso i pokémon sono influenzati dal meteo reale. Ogni condizione atmosferica potenzia determinati tipi di Pokemon. Ciò significa che se troverete un Pokémon selvatico potenziato dal meteo, sarà più forte di PL e IV rispetto a come lo avreste trovato normalmente. Questo fattore influisce anche nelle lotte, un Pokémon che ha il proprio tipo o le proprie mosse potenziate dal meteo sarà più efficace.
  • Missioni: questa sezione si divide in due parti: Missioni sul campo e Missioni speciali:
    Le Missioni sul campo consistono nello svolgere determinate quest che si possono trovare girando i pokéstop. Una volta che ne avrete completata una vi rilascerà degli strumenti e un bollino (solo uno al giorno), al settimo bollino sarà possibile catturare un pokémon raro o leggendario che varia di mese in mese.
    Le Missioni speciali sono simili a quelle sul campo, dovrai completare tutte quelle indicate volta per volta e alla fine avrai la possibilità di catturare (con un catch rate del 100%) un Pokémon “mistico”, al momento sono stati rilasciati solo Mew e Celebi.

E tu cosa aspetti? Costringi un tuo amico e (ri)comincia a giocarci!

Questo articolo ti è stato d’aiuto? Se cosi fosse continua a seguirci sui nostri canali FacebookInstagramTwitter Telegram per restare aggiornato su tutte le novità del mondo tech.

Tags
Mostra Altro

Marco Milioti

Palermo 1996. Studio Economia aziendale, ogni tanto. Appassionato di motori e tecnologia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Ad Blocker Rilevato

Se ti piace il nostro sito, supportaci disabilitando il tuo ad blocker