Telefonia

P30 Lite, P30 e P30 Pro: Huawei presenta la nuova serie

Nelle ultime ore, Huawei ha presentato tre nuovi smartphone della serie P30 con caratteristiche hardware di tutto rispetto e che puntano tutto sul comparto fotografico.

Partendo proprio dal comparto fotografico, P30 e P30 Pro montano un sensore che è stato denominato “Huawei Super Spectrum” e costruito con l’aiuto di Leica, azienda a cui Huawei si affida per la costruzione di lenti e obiettivi.

In particolare, P30 può contare su tre fotocamere posteriori da 8, 16 e 40 megapixel: il primo è un obiettivo che può sostenere uno zoom ibrido fino a 5x, il secondo è un grandangolo con apertura focale f/2.2 mentre il terzo conta su un f/1.8.

Su P30 Pro troviamo invece ben quattro sensori posteriori: un sensore TOF per effetti bokeh migliori e per scansionare in 3D gli oggetti, un sensore da 8 megapixel con obiettivo da 125mm f/3.4 stabilizzato, un sensore da 20 megapixel con obiettivo da 16mm f/2.4 e per finire un sensore da 40 megapixel con obiettivo da 27mm f/1.6 anch’esso stabilizzato. Tutti questi numeri si traducono in quello che Huawei definisce “zoom periscopico“: il P30 Pro riesce a spingersi fino a uno zoom ibrido a 10X grazie al machine learning e addirittura fino a 50X in digitale.

Entrambi i device hanno una fotocamera anteriore da 32 megapixel.

 

Per quanto riguarda l’hardware, troviamo sia sul P30 che sul P30 Pro il Kirin 980, già montato sul Mate 20 Pro. Sul P30 la configurazione prevede 6GB di RAM e 128GB di storage, mentre per il P30 Pro troviamo 8GB di RAM e 128/256GB di storage. Entrambi hanno la possibilità di espandere la memoria (con il formato proprietario NM Card). E’ inoltre presente la ricarica rapida per le batterie da 3.650 mAh e da 4.200 mAh rispettivamente.

Su P30 Pro è presente la certificazione IP68 (mancante sul P30) e manca il jack audio da 3.5mm (presente sul P30). In entrambi i device troviamo il sensore per le impronte digitali sotto lo schermo, che sul P30 è da 6,1 pollici OLED da 2340×1080 pixel, sul P30 Pro è da 6,47 pollici OLED sempre da 2340×1080 pixel.

 

Altre caratteristiche: Android 9 con EMUI 9.1 e supporto alla modalità desktop. Bluetooth 5.0, Wi-Fi ac dual-band, NFC, USB-C 3.1, GPS-A-GLONASS Galileo BEIDOU, LTE CAT.21 con velocità in download fino a 1.4 Gbps.

 

Passando adesso al P30 Lite – che ha sì delle caratteristiche in comune con i due fratelli maggiori ma che certamente non è un device rivoluzionario – la principale caratteristica è la presenza dei 6GB di RAM e 128GB di storage: il che è insolito per un dispositivo di fascia media. Il cuore del P30 Lite è il Kirin 710, montato sulla versione Lite del Mate 20. Dando un’occhiata al comparto fotografico, sono presenti tre fotocamere posteriori: una da 24 megapixel f/1.8, una da 2 megapixel per la profondità di campo e per finire una la terza grandangolare da 8 megapixel che permette di catturare un campo visivo con ampiezza massima di 120°. Fotocamera anteriore da 32 megapixel, la stessa di P30 e P30 Pro. Come su P30 e P30 Pro, anche P30 Lite supporta la ricarica rapida ed è supportato da una batteria da 3.340 mAh. Il display è da 6,15 pollici, sempre con risoluzione Full HD+.

 

Altre caratteristiche: Android 9 con EMUI 9.0. Bluetooth 4.2 LE, Wi-Fi ac dual-band, USB-C, GPS A-GLONASS, jack audio da 3.5mm.

 

Huawei P30 Lite dovrebbe essere disponibile dal 10 aprile, o comunque prima dell’estate, a un prezzo di listino di 369 euro. Huawei P30 e P30 Pro sono invece già disponibili su Amazon: il primo al prezzo di 799 euro, il secondo al prezzo di 999 euro nel taglio 8GB/128GB e 1099 euro nel taglio 8GB/256GB. Le colorazioni al momento disponibili sono: Black, Aurora e Breathing Crystal.

 

 

Questo articolo ti è stato d’aiuto? Se cosi fosse continua a seguirci sui nostri canali FacebookInstagramTwitter Telegram per restare aggiornato su tutte le novità del mondo tech.

Mostra Altro

Giuseppe Naso

Sono nato a Palermo nel Gennaio '97. Studio Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni presso l'Università di Palermo. Insomma, la mia vita fino ad ora si è svolta a Palermo :D Sono un grande appassionato di tecnologia, telecomunicazioni e musica.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Ad Blocker Rilevato

Se ti piace il nostro sito, supportaci disabilitando il tuo ad blocker