ProgrammiSistemi OperativiSoftware

Guida all’installazione Virtualbox e Guest addiction

Hai bisogno di installare un altro sistema operativo sul tuo computer, ma non vuoi un multi boot? Oppure hai già sentito parlare di “macchina virtuale”? Grazie a questa guida puoi installare la tua macchina virtuale in pochi e semplici passaggi.

Prima di tutto vediamo i vantaggi di una macchina virtuale: Grazie a questa possiamo avere più sistemi operativi senza un multi-boot e quindi possiamo avviare più sistemi operativi contemporaneamente. Il secondo vantaggio è che tutto quello che facciamo nella virtual box non intacca minimamente il nostro sistema operativo principale.

Virtualbox è un programma gratuito offerto da oracle che permette di avere più sistemi operativi specificando quanta memoria ram e quanto spazio di archiviazione si vuole donare al sistema operativo. Adesso analizziamo più in dettaglio i passi da seguire, molto semplici e veloci, adatti anche a utenti meno consapevoli.

INSTALLAZIONE DELLA VIRTUALBOX:

  • Innanzitutto installiamo la nostra virtual box cliccando qui, in questo link  scegliamo la distribuzione desiderata(consigliamo sempre l’ultima), oltre alla versione a 32 o 64bit in base all’hardware che abbiamo e del sistema operativo installato( ad esempio se avete Windows come sistema operativo clicccate su “Windows host”), dopo aver fatto ciò partirà il download.
  • Adesso scarichiamo il sistema operativo: cliccando qui possiamo vedere i sistemi operativi supportati dalla virtual box( qui lascio il link per tutte le distribuzioni linux) .
  • Dopo aver eseguito il download del sistema operativo, apriamo il file d’installazione della virtualbox ed eseguiamolo cliccando su esegui, clicchiamo su avanti, facciamo click su e infine su installa. Una volta fatto queste operazioni clicchiamo su Fine.

     Adesso vi troverete davanti la finestra principale: (Noi abbiamo già creato due macchine virtuali come potete       notare a sinistra)

Guida all'installazione virtualbox e guest addiction

  • Facciamo click sul pulsante Nuova che si trova nella barra in alto e nella finestra che ci compare, scriviamo il nome che si vuole dare alla macchina virtuale e selezioniamo dal menù a tendina il tipo di sistema operativo e la sua versione.
  • Clicchiamo su Successivo e indichiamo la quantità di memoria RAM che si vuole dare( questo dipende da quanto ne avete a disposizione e da cosa volete fare, in genere è meglio evitare di andare oltre la soglia consigliata).Guida all'installazione virtualbox e guest addiction
  • Clicchiamo di nuovo su Successivo e selezioniamo Crea subito un nuovo disco fisso virtuale.
  • Facciamo clic sul pulsante Crea e mantieni selezionata la casella VDI.
  • Cliccando su Successivo possiamo scegliere tra Allocato Dinamicamente e Dimensione Specificata.(Consigliamo di scegliere la prima).
  • Come ultima operazione clicchiamo su Successivo e scegliamo il nome e la massima quantità di memoria che si vuole dare.

INSTALLAZIONE DEL SISTEMA OPERATIVO:

  • Se non lo hai ancora fatto scarica il sistema operativo che vuoi utilizzare nella tua macchina virtuale.
  • Facciamo doppio click sulla macchina virtuale appena creata che si trova a nella barra a sinistra e nella finestra che ci appare selezioniamo l’immagine iso del sistema operativo che abbiamo scaricato.
  • Adesso procediamo all’installazione del sistema operativo. Di seguito riportiamo alcune funzionalità principali della virtual box( Noi facciamo gli esempi con il sistema operativo Kubuntu, ma sono indipendenti da esso.)
  • Al termine dell’installazione se desideri  visualizzare la virtual box a tutto schermo clicca sulla voce Dispositivi che si trova nella barra in alto e nel menù a tendina che ti compare clicca sulla voce Inserite l’immagine del CD delle Guest Addiction e successivamente ti apparirà una finestra, clicca su Esegui e al termine dell’installazione dei file riavvia la macchina virtuale.

Guida all'installazione virtualbox e guest addiction

  • Un’altra funzione a nostro parere essenziale è quella di trascinare i file dal sistema operativo principale alla macchina virtuale, per fare ciò basta cliccare sulla voce  Dispositivi che si trova nella barra in alto e nel menù a tendina che vi compare cliccate sulla voce Trascinamento e Rilascio, adesso possiamo selezionare 3 opzioni:
  • Da Host a Guest: questa voce ci permette di trascinare i file dal sistema operativo principale alla macchina virtuale
  • Da Guest a Host: questa voce ci permette di trascinare i file dalla macchina virtuale al sistema operativo principale
  • Bidirezionale: Questa ci permette di trascinare i file in entrambe le direzioni.

(Se non funzionano i cambiamenti, allora riavvia la macchina virtuale, dopo di ciò funzioneranno).

Guida all'installazione virtualbox e guest addiction

Questo articolo ti è stato d’aiuto? Se cosi fosse continua a seguirci sui nostri canali FacebookInstagramTwitter Telegram per restare aggiornato su tutte le novità del mondo tech.

Tags

Francesco Bondì

Studente di ingegneria informatica. Da sempre appassionato del mondo tech, ed in continua ricerca di aggiornamenti ed innovazioni del campo. Coltivo anche altri interessi come lo sport ed i videogames

Articoli correlati

2 Commenti

  1. Egr. sig. Buondì,

    Premesso che si possono installare le “aggiunte” per il SO ospite, la procedura che lei descrive va quasi sicuramente ben per SO come Windows 10,8,7,XP, ma per Linux (U(K,X,….) non funziona e … non è neppur fondamentale.
    L’articolo, pur interessante, è superficiale.

    1. Salve, sig. Santucci

      Questo articolo spiega come installare e configurare al meglio la VirtualBox, nulla è stato preso sottogamba. Principalmente l’articolo è stato scritto per utenti che utilizzano Windows, dato che la maggior parte di utenti che installano la virtual box, sono utenti di questo tipo. Per quanto riguarda Linux, la procedura di installazione è diversa dato che viene installata da terminale, ma per quanto riguarda la fase di configurazione dovrebbe essere tutto uguale. Inoltre in questo articolo non sto invitando gli utenti Linux ad installare la VirtualBox, quindi non ho ben capito il suo commento “non è neppur fondamentale”. Se l’articolo le sembra superficiale perché non ha capito qualcosa, lo riferisca così glielo spiegheremo e aggiorneremo l’articolo.
      Infine il mio cognome è Bondì, Buondì lo prendo per saluto. Buona giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Rilevato Adblock

Senza pubblicità questo sito non esisterebbe, siamo costretti a bloccare gli utenti che utilizzano blocker di Ad. Non sono presenti pubblicità invasive e mai ce ne saranno, la vostra soddisfazione è la nostra priorità :)