News

San Francisco: no ai software per il riconoscimento facciale

San Francisco sarà la prima città degli States a dire di no ai software di riconoscimento facciale

La città di San Francisco ha votato e deciso di mettere al bando i software del governo per il riconoscimento facciale.

Il consiglio della città ha approvato la mozione e il provvedimento sarà attivo entro un mese. L’ordinanza prevede inoltre che nemmeno le agenzie governative potranno utilizzarlo, anche se per scopi legali.

Gli apparecchi invece già installati dovranno essere sottoposti ad una verifica.

Il piano che mette freno ai software di riconoscimento facciale si chiama “Stop Secret Surveillance Ordinance” e non si esclude che altre città possano prendere spunto da quanto fatto a San Francisco.

Aaron Peskin colui che ha proposto e supervisiona questo provvedimento, ha inoltre dichiarato che “Non si tratta di un provvedimento anti-tecnologia” aggiungendo che “il riconoscimento facciale è qualcosa di opprimente e dannoso“.

Il provvedimento nasce dal dibattimento continuo circa l’uso di questi programmi, che nel concreto minano la libertà dell’individuo. A dar man forte a questo pensiero è stata una dichiarazione degli esperti in questo campo, in quanto ci sarebbero degli errori pregiudiziali con ampi tassi di errore.

È stata anche interpellata Microsoft, che è la principale fornitrice di questi tools, purtroppo però il tutto si è risolto con uno stallo.

Indubbiamente i fatti di San Francisco serviranno ad alimentare ancora di più la polemica e faranno si che alte città metteranno al bando questi software.

Questo articolo ti è stato d’aiuto? Se cosi fosse continua a seguirci sui nostri canali FacebookInstagramTwitter Telegram per restare aggiornato su tutte le novità del mondo tech.

Potrebbe anche interessarti:

Tags
Mostra Altro

Valerio Gambino

Nato a Palermo nel 1996. Studio presso l'Università di Palermo "Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni" Il web è lo strumento con cui comunico le mie passioni: il mondo Tech, il calcio e la Formula1. Mi interessano molto anche i Social Media, come comunicare con essi e come farsi notare in questo mare di pixel, ADS e frammenti di codice.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Ad Blocker Rilevato

Se ti piace il nostro sito, supportaci disabilitando il tuo ad blocker