News

Intel e Qualcomm potrebbero allinearsi al ban di Google contro Huawei

Ancora problemi per Huawei, oltre gli USA e Google sembra che anche i produttori di chipset potrebbero smettere di collaborare con l’azienda Cinese.

Ieri attraverso un tweet, Google ha fatto sapere di terminare la propria collaborazione con Hauwei, adesso sembra che Qualcomm, Intel e Broadcom siano intenzionati ad allinearsi al scelta fatta da Google contro Huawei.

Attualmente però non si parla di una totale chiusura delle vendite, bensì di una misura cautelativa che porta ad un momentaneo stop dei rifornimenti dei chipset da inviare in Cina.
Intel forniva componenti per la costruzione di pc, mentre Qualcomm sviluppava, assieme Huawei, dei modem.

Ancora non è molto chiara invece la linea che l’Europa adotterà, si pensa però che ragionevolmente seguirà quanto fatto da USA prima, e Google dopo.

Una cosa però è certa, Huawei deve sviluppare un nuovo sistema operativo per smartphone, basato su quello che il codice open source di Android, e potrebbe non essere finita qui, in quanto Microsoft sulla faccenda non si è ancora espressa, quindi Huawei potrebbe perdere anche il sistema operativo fornito da Microsoft.

Insomma una “guerra” che non sembra destinata a finire.

Questo articolo ti è stato d’aiuto? Se cosi fosse continua a seguirci sui nostri canali FacebookInstagramTwitter Telegram per restare aggiornato su tutte le novità del mondo tech.

Tags
Mostra Altro

Valerio Gambino

Nato a Palermo nel 1996. Studio presso l'Università di Palermo "Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni" Il web è lo strumento con cui comunico le mie passioni: il mondo Tech, il calcio e la Formula1. Mi interessano molto anche i Social Media, come comunicare con essi e come farsi notare in questo mare di pixel, ADS e frammenti di codice.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Ad Blocker Rilevato

Se ti piace il nostro sito, supportaci disabilitando il tuo ad blocker